Comunicato per i soci

Ai Soci della“A.S.D. Staffordshire Bull Terrier Sporting Club Italia”

Oggetto : Assemblea Straordinaria del 25 novembre 2017
In data 25 novembre si è riunita , in seconda convocazione , l’assemblea straordinaria dei soci della “A.S.D. Staffordshire Bull Terrier Sporting Club Italia” per discutere quanto previsto dall’ordine del giorno.

 Il Presidente dimissionario Gian Luca Meles ha illustrato le motivazioni che hanno portato alle dimissioni oltre a rappresentare un’analisi della vita del Club dalla sua nascita sino ad oggi , condivisa dai soci presenti.

 Successivamente si è aperto il confronto al quale tutti i soci hanno dato un importante contributo , prima di procedere con le candidature e le votazioni del nuovo Consiglio Direttivo.

 Successivamente alle candidature ed al dibattito , sono avvenute le elezioni delle nuove cariche come di seguito elencato :

 

Presidente , Leonardo Salaris

Vice Presidente , Claudio Inglesi

Segretario , Antonio Cuppone

 

L’assemblea , inoltre , ha ritenuto di lasciare al nuovo Consiglio Direttivo la definizione del programma per la stagione sportiva 2018.

 

Il Consiglio Direttivo vuole ringraziare Gian Luca e Federica per il lavoro svolto sino ad oggi e per la loro disponibilità nel dare supporto, anche nei prossimi mesi, ai nuovi eletti.

 

Il Consiglio Direttivo

“A.S.D. Staffordshire Bull Terrier Sporting Club Italia”

Italian Stafford Athletic Legend 2017


Italian Stafford Athletic Legend 2017Balbiano di Colturano (MI)

20-21-22 ottobre 2017
Quinta edizione dell’Italian Stafford Athletic Legend, tre giorni di festa per quello che è diventato l’appuntamento più atteso dell’anno per gli amanti dello sport con Staffordshire Bull Terrier.

Quest’anno abbiamo avuto 60 iscritti che si sono ridotti a 48 a causa di ritiri per vari motivi, resta in ogni caso, il Legend con il maggior numero di cani partecipanti!

Oltre ai cani italiani erano presenti alcuni concorrenti da Francia e Repubblica ceca, che hanno contribuito ad innalzare ulteriormente il livello del torneo, come si è potuto vedere dai punteggi altissimi della classifica finale.

Le gare sono iniziate al venerdì mattina intorno alle 8.45 con il coursing 50/100 metri e in simultanea l’A-frame,già in queste prime discipline si è potuto constatare il livello fenomenale con performance da record incredibili.

Il classico dei problemi elettronici con fotocellule e lure machine non è mancato neanche questa volta, un grazie infinite a Mario Orlandini per aver prestato la sua Lure machine per il coursing, dato che la lure nuova del club è andata inspiegabilmente a KO e sarebbe stato un bel guaio!! 

Intorno alle 13.30 siamo ripartiti con il dragpull e in contemporanea i match di tug of war, fortunatamente tutto è proseguito senza intoppi e alle 18 circa il primo giorno si è concluso. 
Al sabato il torneo è ripartito con i tre trackmill, sponsorizzati per l’evento da Max Track ( grazie Massimo De Rossi), che hanno girato per circa 4 ore e anche in questa disciplina non sono mancate le performance da record, Jean di Luca Ottaviani ha stabilito il nuovo record italiano con 111 passaggi, stratosferica!!!! 
Successivamente è iniziata la gara dei salti, in lungo e in alto, qui si è vista la preparazione dei cani, perché dopo il trackmill, è uno sforzo notevole per le gambe avere ancora potenza nella spinta.
Le attività sono proseguite fino alle 19 con la luce solare, purtroppo il ritardo accumulato al mattino, non è stato recuperato e alcuni team hanno terminato le prove alla il mattino successivo.
Alla domenica i team che dovevano terminare i salti hanno iniziato alle 8 e una volta finito, il torneo è proseguito con l’hang time, da segnalare in questa prova il nuovo record italiano stabilito da Vegas, 1 ORAAAA! Incredibile! 
Alle 13 circa tutti i cani avevano finito le prove come da programma!!!
Prima di arrivare ai risultati, è giusto sottolineare, che gli 8 team in gara hanno creato un’aria di grande sportività e folklore, soprattutto il gruppo quasi interamente Veneto degli Spritzbull. Anche le serate post gara sono state molto divertenti,(ricordo che è vietato pubblicate video compromettenti del Presidente…😂😂), questo clima ha aiutato nella buona riuscita dell’evento, grazie alla collaborazione di tutti.
Finita questa parentesi… arriviamo ai vincitori…

Come già detto il livello è stato davvero alto, ma alla fine SLOAN di Alice Weickman (Francia) ha trionfato stabilendo il nuovo record di punti, davanti a Blackie (Legend 2014), Attila (Legend 2015), Ade (Legend 2016).

CONGRATULAZIONI A SLOAN!

ISA LEGEND 2017!
Il fatto di vedere tutti i vincitori delle passate edizioni nelle prime posizioni, dimostra ancora di più il valore di questo torneo, che sta diventando un punto di riferimento per radunare i migliori stafford d’Europa!
Un altro titolo è stato assegnato per il campione Sociale 2017, che è andato a Ade! Complimenti a lui e i suoi proprietari.
Infine sono stati assegnati i primi certificati di Campione Italian Stafford Athletic a :
– Blackie di Natasha Androni e Andrea Botticini

– Vegas di Nicolas Pereiera (Francia)
Congratulazioni a tutti, per i risultati ottenuti!!!
Passiamo ai ringraziamenti iniziamo dai partecipanti e ai loro capitani, ai quali va il mio grazie per aver aiutato durante i tre giorni e aver rispettato le tempistiche.
Grazie a tutti colo che hanno fatto da giudice, in particolare Gabriele Boletti, che è venuto solo per fare questo ruolo!
Grazie a Eva per essersi occupata della ristorazione di tutto l’evento e Claudio Inglesi per la birra!
Grazie a Mario Orlandini per essersi occupato della manutenzione del campo e per averci aiutato il giorno prima dell’evento insieme a Andrea Turato, Pasquale Giordano, Savio Micucci, siete stati preziosissimi!
Grazie a Gianfranco Steri per i picchetti di recinzione dei trackmill!
Grazie a Roberta Rossi per tutte le locandine degli eventi durante l’anno!
Grazie al nostro sponsor Petcom lab per gli integratori. (ps..li manderemo ai vincitori)
Ancora grazie a Maxtrack per la fornitura dei trackmill.
Grazie al nostro Sponsor EVILCOLLAR per aver realizzato un altro capolavoro per il vincitore del torneo.
Grazie a Chiara Saccottiello per averci aiutato nel back office e per la registrazione dei risultati del coursing.
Un grazie infinite a Federica Chiesa per essersi occupata dell’immensa gestione del back office, solo chi organizza un evento di questa portata, sa il lavoro che c’è alle spalle. Siete uniche!!!! 
Un mega grazie a Leonardo Salaris per aver portato e montato tutte le attrezzature e recinzioni del campo, esserti occupato di premi e magliette,ti sei fatto davvero un gran c… come sempre per gli eventi! 
Concludo questo articolo con una considerazione su un evento che a mio parere è ben riuscito e che dovrà essere un’eredità per gli eventi futuri dal punto di vista organizzativo, si può ancora migliorare e si deve, ma la lezione dell’anno scorso è servita a migliorarci grazie anche all’aiuto di tutti e del nuovo campo. 
Grazie ancora a tutti per questo weekend.
Il Presidente 
Gian Luca Meles

Aggiornamento Campionato sociale 2017


L’aggiornamento post Tug of War tournament del campionato sociale 2017 vede in testa Thai, seguito da sua sorella Beast e Socks già campione sociale 2016!

Ora ci attende l’ISA LEGEND per concludere il campionato che assegnerà i seguenti punteggi:

Classifica generale 

1^ classificato 120 punti

2^ classificato 110 punti

3^ classificato 100 punti

4^ classificato 90 punti

5^ classificato 80 punti

6^ classificato 70 punti

7^ classificato 60 punti

8^ classificato 50 punti

9^ classificato 40 punti

10^ classificato 30 punti

11 ^ classificato 25 punti

12^ classificato 20 punti

13^ classificato 15 punti

14^ classificato 10 punti

15^ classificato 5 punti

Le best performance saranno premiate con 5 punti.

NB: i punti saranno assegnati solo ai cani dei soci in regola con il versamento della quota sociale per l’anno 2016, nel caso in cui un socio non sia regolarmente iscritto al club, il cane sarà escluso e il punteggio ottenuto andrà al cane successivo in classifica.

TOW tournament 2017: Thor campione

Tow tournament 2017 

30 settembre – 1 ottobre 

Il torneo della tenacia, due giorni di sfide e quest’anno una nuova formula, con la suddivisione dei cani in due categorie:

– <14 kg

– >14 kg fino a 17,5 kg

Il torneo è iniziato sabato mattina come da programma alle 8.30, con la misurazione del peso dei cani (24 iscritti), purtroppo nella categoria >14 c’è stato un ritiro per infortunio e un cane non è stato ammesso per peso in eccesso come da regolamento nonostante la tolleranza di due etti.

Alle 10.30 sono iniziate le prime sfide della categoria <14 kg, che come per l’altra categoria erano divisi in due gironi. Il girone A è subito stato definito il girone infernale perché composto da cani di esperienza e forza in questa disciplina, a differenza del girone B composto in prevalenza da cani giovani.

Nell’altra categoria >14 kg la situazione dei gironi era più equilibrata come livello e spiccavano alcuni cani ormai noti nel Tow, i quali negli anni hanno sempre raggiunto le fasi finali.

Il torneo è proseguito senza intoppi e alle 16.30 tutti i match erano terminati.

Nel girone “infernale” tutti i contendenti hanno fatto delle bellissime sfide, tanto che alla fine tre cani Kate, Kenni e Thor sono arrivati a pari punti non perdendo mai una sfida e pareggiando alcuni match al tempo limite di 20′ minuti.

Nell’altro girone <14 kg Beast è passata a punteggio pieno insieme a Mela.

Nei gironi degli >14 Thai e Socks hanno dominato i loro gironi e hanno passato il turno insieme a Po’ e Venus.

Alle 17 sono iniziati gli spareggi senza limiti di tempo tra Thor, Kate e Kenni. Kate ha sfidato entrambi i maschi perdendo entrambi i match ma con grande onore arrivando a 43′ minuti contro Kenni, una prestazione da incorniciare e di grande spessore atletico. Un vero peccato che sia dovuta uscire prima della fase finale.

Alla domenica il torneo è ricominciato con i match senza limite di tempo delle fasi finali :

<14 kg

Thor vs Mela

Beast vs Kenni

>14 kg 

Thai vs Po’

Socks vs Venus

le sfide sono state molto toste e alla fine l’hanno spuntata Thor e Kenni nella under 14kg insieme a Socks e Thai nella over 14kg, che erano sicuramente tra i favoriti al titolo alla vigilia del torneo.

Alle 11.30 si sono svolte in contemporanea le sfide per i primi posti della categoria e per l’assegnazione del terzo e quarto posto.

Thor in un lungo match di 49 minuti e 20 secondi ha sconfitto Kenni(campione 2014), il quale ha provato in tutti modi a battere l’avversario ma la presa di questo cane è davvero micidiale un morso all’inizio del match e poi non apre più. Thor diventa così il campione della categoria under 14kg del TOW TOURNAMENT.

Nell’altra finale è andato in scena la “classica” sfida, Thai campione in carica contro Socks, per chi segue i nostri eventi, sa che tra questi due cani non corre buon sangue e soprattutto si trovano molto spesso a doversi contendere il titolo nel tow. Thai è riuscito a vincere dopo 20 minuti e 15 secondi in un bel match, diventando il campione della categoria over 14kg.

Da segnalare nella sfida per il terzo e quarto posto categoria under 14kg, la vittoria di Mela contro Beast dopo un infinito match durato 1 ora 14 minuti e 59 secondi, che è diventato il nuovo record italiano per Staffordshire Bull Terrier, complimenti ancora a entrambe.

Nell’altra sfida Po’ ha sconfitto la sua compagna Venus dopo un match molto tirato, ma la forza di Po’ è impressionante! 

Terminate le finali di categoria alle 14.30 si sono svolte le finali assolute:

– Thor vs Thai per il Titolo di campione TOW TOURNAMENT 2017

– Kenni Vs Socks per il terzo e quarto posto assoluto 

La finale ha messo a confronto due cani esperti e molto tenaci, ma alla fine il piccolo Thor ha trionfato in 23 minuti e 52 secondi, diventando il campione assoluto del TOW TOURNAMENT 2017!!!Complimenti a THOR e Gabriele Boletti il suo conduttore, una vittoria meritata.

Nell’altra finale Kenni è riuscito a battere Socks, dimostrando che gli under 14 kg quest’anno erano davvero duri da battere.

THOR come da tradizione del club è stato omaggiato del collare personalizzato ed esclusivo del torneo offerto dal nostro sponsor Evilcollar.

Ancora una volta i complimenti a Gabriele per la sana competizione che ha mostrato nel torneo e per la grande preparazione di Thor, un binomio davvero vincente! 

Questa la classifica finale assoluta:

1 Thor
2 Thai

3 Kenni

4 Socks

5 Mela

6 Po’

7 Beast

8 Venus

Prima di concludere questi post vorrei fare una considerazione sul torneo, l’organizzazione e le novità introdotte.
Le catene più tirate hanno fatto il loro lavoro ovvero di non permettere al cane di mordicchiare creando come succedeva in passato dei casi dubbi di valutazione per i giudici,ma favorendo i cani che tengono la presa e cambiano poche volte il morso quindi più tenaci.

La possibilità di accarezzare il cane ha aiutato i binomi ad essere ancora più collegati tra loro, mostrando anche a persone esterne a questo mondo che non c’è nessuna costrizione e che il cane è in simbiosi con il proprietario, la dimostrazione erano le code scodinzolanti durante e dopo le gare.

La nuova formula del torneo con suddivisione in classe di peso ha permesso a tutti i cani di confrontarsi con cani simili per peso nonché costruzione; un’ulteriore miglioramento per il prossimo anno potrebbe essere l’individuazione di “Teste di serie” da inserire nei gironi per renderli ancora più equilibrati.

Vorrei ringraziare tutti i ragazzi del club che hanno dato la loro disponibilità per fare i giudici, che ha permesso una migliore pianificazione di tutto l’evento.

Mi è piaciuta particolarmente l’atmosfera dell’evento, molto rilassata e con una sana competizione agonistica, che ha permesso a tutti di godersi al meglio queste giornate.

Ogni anno vedo che il livello sportivo dei cani sta crescendo e di conseguenza le performance, mi auguro che vada sempre di pari passo con il rispetto dei partecipanti verso il proprio cane e i loro avversari, perché senza di esso, il mondo sportivo che stiamo cercando di costruire insieme anche ad altri gruppi come SDCI, del quale ringrazio Andrea per essere passato a vedere il torneo, perderebbe tutto il suo fascino e bellezza. La competizione ci sarà sempre perché fa parte dello sport ma deve sempre essere genuina per poter passare delle belle giornate come il weekend che è appena trascorso. 

Infine vorrei ringraziare in modo speciale Leonardo Salaris e Federica Chiesa per aver lavorato all’organizzazione di questo evento, in pochi si rendono conto del lavoro che c’è dietro le quinte, bravoni!! 

Grazie anche a tutti i ragazzi che hanno aiutato a sistemare il campo in questi mesi.
Ora ci rivedremo tra tre settimane al Isa Legend, il nostro grande evento, quest’anno sarà l’edizione dei record per numeri, dovremo farci trovare all’altezza ed essere impeccabili come in questo weekend!
FORZA SBTSCI
Il Presidente 
Gian Luca Meles
(nella foto: Thor)

Presentazione e scopo TAG Masor Tana


I TEST DI ATTITUDINE GENETICA IKC (TAG): breve introduzione

I Test di Attitudine Genetica dell’Independent Kennel Club sono delle prove di alto valore zootecnico-selettivo alla base della selezione promossa dalla nostra associazione, ma anche uno “strumento” che mettiamo a disposizione degli altri club che condividono con noi l’amore per il cane da performance di ogni razza e tipologia.
I TAG non sono una classica attività agonistica cinofila, bensì test genetici applicati alla pratica di allevamento, non competitivi e destinati a soggetti senza nessuna preparazione ai test stessi. 
Ovviamente, sotto la sigla del TAG, sono raggruppate differenti realtà cinofile e di selezione, realtà che richiedono diverse applicazioni e valutazioni: ad esempio, il TAG per una razza da lavoro come potrebbe essere il Malinois, richiede tecniche e conoscenze di valutazione che differiscono dal TAG destinato ad un Bull Terrier… dal punto di vista prettamente selettivo invece, il risultato che ne scaturisce ha la stessa valenza cinotecnica per l’una quanto per l’altra razza, poichè i TAG si basano su una valutazione (non giudizio) genetica obiettiva – e quindi oggettiva – delle risposte più o meno istintive del cane che vi è sottoposto. 
Tramite i TAG test è valutata la predisposizione naturale di un soggetto ad un determinato lavoro, anche se dobbiamo dire che questa valutazione non garantisce che il soggetto che abbia conseguito il TAG sia automaticamente un buon lavoratore; viene invece garantito che il cane che passa uno dei nostri test possiede un bagaglio genetico istintivo che lo predispone a superarlo e, spesso, anche a svolgere quel tipo di lavoro nella vita reale… è anche possibile che un soggetto non idoneo a superare questa prova possa poi rivelarsi, dopo una buona preparazione, un lavoratore vero e proprio. Perchè allora sottoporre i nostri cani al test? Perchè è importante riuscire ad identificare i cani che istintivamente (quindi geneticamente) hanno una naturale predisposizione ad un determinato lavoro, poiché proprio loro sono i soggetti che potrebbero (le sicurezze in selezione non esistono) trasmettere i geni che tanto cerchiamo di fissare nelle successive generazioni.
I TAG test non servono a valutare il game o la durezza fisica di un cane e per questi tratti genetici esistono dei test specifici che però non sono legali in Italia. Ricordo ancora una volta che i TAG test non sono un lavoro, ma sono certamente dei test che possono rendere manifesta la predisposizione al superamento dei test stessi e, nei soggetti adatti, al lavoro vero e proprio.
Come è stato più volte detto i TAG test IKC sono una prima base, cioè un punto di partenza della selezione e non certamente il suo arrivo. 
Questo significa che i vari test collegati al TAG (difesa, guardia, caccia ed equilibrio) sono perfettibili e sempre in evoluzione. 
Ovviamente, come club cinofilo, facciamo delle prove che devono valutare i soggetti presentati alle nostre manifestazioni in pochi minuti ma che, allo stesso tempo, diano delle indicazioni il più possibile reali che possano aiutarci nella selezione… sempre se queste indicazioni siano poi ben applicate alla pratica d’allevamento dai singoli allevatori. 
E’ importante capire che i TAG test, per quanto siano affidabili se ben valutati ed applicati poi in selezione, certamente non basta a “migliorare tutto”, ed è per questo motivo che come club cerchiamo di informare (e formare) i nostri allevatori – così come gli amici di altre associazioni che si affidano ai nostri test – dell’importanza di tutta una serie di valutazioni selettive che vanno ad integrare i risultati ottenuti nei TAG test stessi… sarà poi l’allevatore/proprietario a dover utilizzare in selezione i dati che siamo stati capaci di fornire, nonchè applicare le tecniche selettive più idonee caso per caso. 
Ultima precisazione: i cani che non hanno passato i TAG test non vanno assolutamente considerati come dei soggetti da scartare, anzi molti di essi potrebbero dimostrare una buona base genetica tipica della loro razza, anche a livello riproduttivo. Questi sono quindi dei soggetti che per immaturità o scarsa socializzazione non hanno dato il massimo nelle prove, ma che possono essere utili nella selezione di buoni cani se accoppiati con quei maschi – o con quelle femmine – che invece hanno superato con evidente merito i test, o ancora meglio, che si sono distinti nel lavoro reale.
A chi sono destinati i TAG test?:
1) Agli allevatori di razze da lavoro

2) Agli allevatori di razze da esposizione

3) Ai privati possessori di uno o due cani
A cosa servono i TAG test?
1) A comprendere le doti caratteriali del singolo soggetto da destinare alla selezione

2) A comprendere le doti caratteriali del proprio cane per poi indirizzarlo alla preparazione agonistico/lavorativa più consona alle sue doti innate
Le razze che possono attualmente partecipare ai TAG IKC sono:
Tutte le razze riconosciute (con o senza pedigree)

Tutti i tipi di working cross

Tutti i tipi di meticci
La tipologia dei TAG attualmente disponibili sono:
TAG Masor/Tana (M e/o T)

TAG Difesa (D)

TAG Cinghiale (C)

TAG Guardia (G)

TAG Equilibrio (E)
Il Presidente & Fondatore dell’IKC
Daniele Santoni

evento

Vai alla barra degli strumenti