Salute

La salute è una componente fondamentale per qualsiasi attività sportiva come per l’uomo anche per i nostri amici a 4 zampe. Il club consiglia a chi vorrà partecipare agonisticamente alle attività sportive  di effettuare le lastre di anche e gomiti  oltre a un controllo con ecocardio doppler per verificare eventuali patologie cardiache. Inoltre una patologia frequente nella nostra razza è la rottura dei legamenti del ginocchio in particolare quello patellare, quindi durante la visita ortopedica chiedete di controllare l’articolazione del ginocchio. I requisti sanitari  obbligatori per partecipare alle gare ufficiali sono:

  • certificato di “stato di buona salute” rilasciato dal veterinario 
  • Libretto delle vaccinazioni comprovante l’avvenuto svolgimento del piano vaccinale completo (rabbia, cimurro, epatite, parvovirosi e leptospirosi).

Al fine di tutelare il completo sviluppo scheletrico e muscolare dei soggetti, potranno partecipare alle gare ufficiali solo i cani che avranno compiuto almeno 18 mesi d’età. Qui sotto trovate alcuni riferimenti ad articoli sulla

salute dei cani:

Esami generici

Displasia del ginocchio

Displasia

Displasia del gomito

Patologie cardiache

La nostra storia e gli obiettivi

L’inizio

La storia del nostro club inizia a novembre del 2011, quando uno dei fondatori del gruppo, spinto dal fascino delle foto di alcuni staffy impegnati in prove sportive, pubblicate sul forum di Staffylandia decise di creare un gruppo su Facebook dove poter postare foto di cani atletici e per comunicare con persone da varie parti d’Italia che avessero la medesima passione. Passarono alcuni mesi e una domenica di gennaio del 2012, un piccolo gruppo di appassionati, organizzò un pranzo per provare a imitare queste prove sportive delle quali eravamo tanto affascinati. La giornata fu più impegnativa dal punto di vista eno-gastronomico che quello sportivo, dato che le strutture a disposizione erano improvvisate a parte un piccolo A-frame e l’utilizzo di qualche manicotto appeso agli alberi, ma fu entusiasmante vedere i propri cani che si divertivano e fu così che iniziò l’idea di creare lo Staffordshire Bull Terrier Sporting Club Italia.

A febbraio affittammo un campo in provincia di Piacenza, che per motivi di logistica è diventata la nostra sede operativa, e verso la fine del mese organizzammo il nostro primo Training day, che fu un successo di partecipazione con persone provenienti da diverse città del nord Italia…quello fu l’inizio di una serie di giornate che caratterizzarono il primo anno di vita del gruppo e che hanno fissato le fondamenta del club SBTSC-IT.

 

 

Lo spirito

Lo spirito del gruppo che vogliamo all’interno del club deve essere lo stesso del primo giorno e dovrà essere sempre alla base di questo club, cioè un gruppo di amici uniti dalla stessa passione: lo Sport con lo Staffordshire Bull Terrier.

Ci ritroviamo con frequenza più o meno regolare una volta al mese per imparare e praticare sport con i nostri Staffords.

– Requisiti fondamentali per essere dei nostri:

  1.  Amare e rispettare il cane preoccupandoci della loro salute psico/fisica.
  2. Voglia di aiutare le nuove reclute
  3. Voglia di mettersi in gioco e frequentare le giornate di incontro, cercando di creare una sana e sportiva competizione.

Anche i nostri membri più esperti sono delle nuove reclute nel panorama europeo ma abbiamo lo spirito giusto, i nostri amici dello SBTSC-NL (Olanda), ci hanno dato  un ulteriore input a continuare sulla strada che abbiamo intrapreso e a collaborare al progetto di un gruppo sportivo europeo, così da puntare a visioni ampie per il futuro e chissà, magari ci porterà a viaggiare per competere nei migliori gruppi di Sport Staffords sparsi per l’Europa!

 

Il perchè delle nostre discipline sportive?

In queste attività non è richiesta una grande capacità da parte del conduttore ma è il cane ad essere “protagonista”, questo le rende alla portata di chiunque possegga uno Staffordshire Bull Terrier o una qualsiasi razza da presa. La nostra ispirazione come scritto sopra arriva dai Paesi del nord Europa, quali Olanda e Inghilterra, dove queste attività sono praticate ad alti livelli nei gruppi sportivi del D.S.A. (DUTCH STAFFORD ATHLETICS) e gli A.C.E.S. (Athletic Canine Enthusiast Society) , dai quali stiamo attingendo per migliorare le nostre capacità e conoscenze.

Le attività sportive scelte dal club sono atte a “esaltare” le caratteristiche di razza e la storia della razza stessa, nota a tutti come ex combattente. Focalizzandosi su tali discipline, il club intende adattare lo SBT alla società attuale da un punto di vista etico/morale, valutando gli aspetti morfologici e caratteriali dei nostri cani attraverso la legalità delle prove sportive che il club propone.

 

OBIETTIVI

Formare un gruppo affiatato che si incontri regolarmente con costanza per allenare noi e i nostri Staffords per riuscire a creare una realtà italiana con eventuali sedi in diverse regioni italiane e per arrivare a competere con i top club Europei.

Le attività che verranno praticate saranno :

A – Frame

Coursing

High Jump

Long Jump

DragPull Sprint

Hang time

Track Mill

Wall Climbing

Tug of War

Tutte attività che richiamano alle doti di resistenza, velocità, tenacia e potenza che dovrebbero caratterizzare la razza che amiamo.

In queste prove si possono verificare le differenze di costruzione morfologiche e caratteriali del cane evidenziandone limiti o pregi,  sapendo che sono valutazioni parziali rispetto a quelli che erano i canoni di valutazione dei pionieri della razza agli inizi del ’900.

Saranno ammessi solo i cani appartenenti alla razza Staffordshire Bull terrier in possesso di pedigree FCI, per il titolo di campione sociale del club, questa decisione non preclude la partecipazione di altre razze canine o di soggetti non iscritti al registro ufficiale Enci/FCI ai raduni organizzati dal gruppo.

 

TREADMILL

Il treadmill (tapis roulant) è stato usato da più di un secolo di esercitare i cani in particolare nel condizionamento del vostro cane per show o generalmente per mantenere il vostro cane sano e in forma. E’ stato spesso frainteso dal pubblico pensando che sia crudele ma, se il cane non vuole correre, non lo farà! 

È possibile cominciare con il tapis roulant a qualsiasi età, dato che ci vorrà un po’ per abituare il cane. Non cercate di muovere il nastro, potrebbe spaventare il cane e ci vorrà ancora più tempo per ottenere i risultati. Il cane dovra’ abituarsi lentmante al movimento ed al rumore che fa quando il tappeto gira. La cosa più importante e’ permettere al cane di andare al proprio ritmo e dargli un sacco di incoraggiamento.

Tutto questo richiede tempo, quindi non rinunciate.

Il tapis roulant non e’ un alternativa o un paliativo alle passeggiate che non devono mai mancare, ma un coadiuvante alll’allenamento giornaliero!

A-FRAME

A-FRAME

L’A-frame è, come suggerisce il nome, un attrezzo fatto a forma di una lettera A. Si consiglia il fissaggio di un pezzo di tappeto sulle tavole inclinate per evitare lesioni al cane in caso di scivolata. Questo esercizio è un portento per aumentare la resistenza e per lo sviluppo dei muscoli di spalle, schiena e gambe. Si consiglia di insegnare al vostro cane il Flirt Pole prima di usare l’A-frame. Il cane in questo modo verrà incoraggiato ad inseguire l’esca sopra la A-frame. Se questo non dovesse funzionare potrebbe essere necessario per aiutare il vostro cane a salire sula struttura, sollevandolo sulla parte superiore del telaio per poi lasciarlo saltare. Portatelo quindi a salire da solo incoraggiandolo. Se l’esca del flirt pole non funziona potete usare un altro giocattolo per attirarlo sull’ A- frame. Potreste anche diminuire l’inclinazione delle tavole per far salire il cane le prime volte in modo che prenda confidenza. Ricordate che i risultati del vostro cane saranno sempre in relazione all’impegno che voi metterete nel suo allenamento.

ENDURANCE

È possibile utilizzare il frame come parte di un programma di allenamento in molti modi. Il più comune è quello di contare quante volte il vostro cane riesce ad oltrepassare il frame in un breve lasso di tempo (Solitamente, 60sec). Questa è tutta questione di velocità e bisogna assicurarsi che il cane non perda tempo, saltando troppo lontano dall’A-frame. In questo modo lo si può far allenare regolarmente e vedere se ci sono miglioramenti registrando tutti i suoi risultati. Cercare di migliorare il suo record e’ naturale, ma bisogna sempre essere consapevoli e come prima cosa preoccuparsi della sua salute generale ed allo stesso tempo mantenere l’esercizio divertente per il cane.

Boomer Ball

La Boomer ball è una palla di plastica dura teoricamente indistruttibile! Ci sono di varie dimensioni dai 4″ ai 10″, viene spesso impiegata anche negli zoo per far giocare gli animali di grande taglia (es. Orsi). La palla deve essere di una dimensione tale che non permetta al cane di masticarla e se il cane è interessato a questo gioco diventa un ottimo allenamento per fare fiato e stimolare la muscolatura del cane. Solitamente i cani diventano quasi ossessionati dalla Boomer giocando quasi a sfinimento, perciò consigliamo di togliere la palla quando il cane mostra segni di evidente stanchezza. Nel caso in cui il cane sia particolarmente attratto la Boomer può essere utilizzata come stimolo in alcune discipline sportive, esempio nell’aframe dato che ne esiste una versione con maniglia o può essere modificata artigianalmente, oppure come stimolo nel coursing.

SPRINGPOLE

 

Lo Spring Pole (Palo a molla) è un modo divertente per esercitare il vostro cane, ma solo se usato correttamente. E’ facile da configurare con una grossa molla, un po’ di corda robusta, un esca (salsicciotto, corda intrecciata o un pezzo di jeans) e un posto dove appendere il tutto. Tuttavia bisogna assicurarsi che il cane non riesca mai a raggiungere la molla e non si deve mai lasciare il cane incustodito durante l’esercizio.

L’esca deve essere sufficientemente bassa per permettere alle gambe posteriori del cane di toccare il suolo in qualsiasi momento. Non deve essere in grado di penzolare in quanto potrebbe perdere aderenza, cadere e ferirsi. Assicurarsi anche che ci sia abbastanza spazio attorno in modo che non si ferisca andando a sbattere contro qualcosa durante l’esercizio.

Lo spring pole se usato correttamente allena i muscoli della mascella, collo, spalle e schiena mentre tira e scuote l’esca. Ma funziona solo se le gambe posteriori poggiano a terra. Si deve sempre controllare il cane durante l’esercizio per prevenire incidenti o che si sforzi eccessivamente. In caso vediate il cane esausto, interrompete l’esercizio.

Dopo l’allenamento è una buona idea eseguire un bel massaggio al cane e lasciarlo riposare per un po’ prima di permettergli di bere.